Accademia Domani Blog

Il Blog di Accademia Domani

Come diventare un blogger e lavorare dove vuoi tu

Come diventare un blogger e lavorare dove vuoi tu

Tutti ne parlano ma nessuno sa spiegare esattamente come si fa a diventare blogger altrimenti perché coesistono così tanti specialisti online che si prodigano per spiegarti come fare?

Ci avevi mai pensato? E se lo hai già fatto il risultato è essere sempre più confuso?

Non preoccuparti sul blog di Accademia domani potrai reperire suggerimenti mirati utili a tal fine per suggerirti il miglior percorso formativo da seguire. 

A scrivere è innanzitutto un formatore ancor prima di un blogger professionista perciò non temere dietro alle indicazioni che ti fornirò non vi sarà mai alcuna forzatura di natura prettamente commerciale.

E’ vero facciamo innanzitutto formazione e di questo ci occupiamo ma prima di vendere abbiamo come valore principale quello di accompagnarti nel miglior percorso formativo auspicabile e se per fare questo usciamo dai canoni promozionali, ebbene: così sia!

L’importanza dell’orientamento nella formazione

Non si tratta certo di infiorettarti ulteriormente con le motivazioni affinché tu debba scegliere Accademia Domani come canale esclusivo per il tuo apprendimento o insistere sulle ragioni per cui la formazione online è utile bensì di fare la differenza sin da subito agendo sui processi decisionali che precedono l’acquisto e la successiva fruizione di un corso di formazione che prendono il nome di: orientamento formativo. 

Un orientamento formativo efficace e risolutivo esula da dinamiche e strategie impositive e si concentra sul fornire preziose indicazioni utili a conseguire un determinato scopo, in questo caso aiutare a diventare blogger. Ancora, riduce gli sprechi di tempo evitando che tu intraprenda percorsi errati, lo stress che deriva dal procedere per sbagli ed ottimizza le scelte indirizzandole esclusivamente verso risultati che in seguito si rivelino quanto meno spendibili.

Formazione Online e lavoro

I migliori corsi di formazione si occupano di offrire competenze e skills appunto spendibili sul mercato del lavoro che non rimangano solo di natura prettamente teorica e visto che fare il blogger è una professione teorica oltre che squisitamente empirica è bene che prima di procedere da solo tu possa iniziare dall’acquisire una solida conoscenza dei fondamenti della scrittura online. 

Come diventare blogger, parola di formatore

Come ho già detto nell’introduzione di questo post la professione del blogger non è di quelle che si apprendono attraverso la fruizione di un solo corso online, magari fosse così! 

Piuttosto questa figura professionale è caratterizzata da molti aspetti che ne fanno uno specialista web piuttosto complesso e difficilmente sintetizzabile come riconducibile ad un solo modello/matrice che sia conforme alla regola. Tuttavia non è forse proprio questo ad essere indice di fascinazione che calamita molti di noi verso il cimentarsi a fare blogging?

Perché fare un corso online?

Pertanto dovrai paventare un percorso formativo a lungo termine fatto di passione per la scrittura e quindi esercizio della stessa perpetuato costantemente nel tempo insieme all’apprendimento teorico da seguire parallelamente ed al contempo.

Una attività assai impegnativa e probante ecco perché la fruizione di un corso online si presta particolarmente indicata per aiutarti nel gestire in modo migliore il carico di lavoro complessivo. 

Ciliegina sulla torta? Tu che coroni il sogno-desiderio di aprire un tuo blog personale, puoi farlo persino gratuitamente e con questo non voglio sentire alcuna procrastinazione di sorta, perché se il problema che rimane è la parte teorica a quella ci pensiamo noi; scendiamo maggiormente nei particolari per meglio vedere insieme, come.

Offerta formativa per diventare blogger, i corsi

●     ‘Blogger e Web Journalist’ inizia dall’apprendere i format utili al blogging perché tu possa avvicinare gli altri professionisti - e con questa dritta ti svelo un segreto da blogger - come le interviste, gli articoli dedicati cosicché presto potrai vantare un network indispensabile al tuo personal branding. Guarda il video è un inciso del corso assai utile a darti un’idea sommaria dei contenuti che poi potrai studiare. 

●     ‘Scrittura creativa’ la scrittura quando libera da vincoli è l’espressione più autentica del nostro pensiero e credimi funziona perché fa leva sull’immedesimazione un motore potente per catturare l’attenzione i cui meccanismi scattano sull’attenti come click quando evocati da uno stile appunto creativo. Apprendi le tecniche e le strategie da applicare e adoperare ad hoc con la scrittura creativa per coinvolgere i lettori con questo corso, presto scoprirai che non vi è nulla di improvvisato e libero nel farlo e che per riuscire in questo difficile compito concorre oltre al talento il controllo della tecnica. Anche in questo caso un video può forse valere più di molte altre parole, guardalo!

Conclusioni

Se ti ho intimorito sappi che non hai ragione di esserlo perché fare il blogger è anche una professione online divertente e creativa a tratti persino artistica che comporta a fronte di un impegno formativo - come da descrizione in questo articolo - anche notevoli vantaggi tra cui quello che spicca ed il più noto è di natura logistica, ovvero potrai fare blogging ovunque lavorando persino da casa. 

Non aspettare, quindi: inizia frequentando i nostri corsi online e getta le basi per il tuo futuro da blogger!

 

Pronto a cogliere la sfida? Qualche dubbio annebbia ancora la tua volontà? 

Non esitare a contattarci!

Conosci amici che vogliono fare il blogger? Condividi questo contenuto sui social media, te ne saranno sicuramente riconoscenti. 

 

Continua a leggere
  5222 Visite
  0 Commenti
5222 Visite
0 Commenti

Lavorare da casa come freelance la guida

Lavorare da casa come freelance la guida

Molti ci chiedono come trovare clienti online e lavorare da casa come freelance.

Esamineremo oggi alcune piattaforme online che mettono quotidianamente in contatto migliaia di Web Designer, Traduttori, Blogger, Programmatori, Designer, Grafici, Contabili, Esperti di Marketing e moltissime altre categorie di creativi e professionisti con centinaia di clienti ogni giorno.

La regina di queste piattaforme è sicuramente Upwork, un colosso nato dall'unione dei due leader indiscussi del mercato, ovvero Elance e oDesk. Per darvi un'idea dei numeri di cui stiamo parlando Upwork ad oggi ha circa 10 milioni di freelancer e 4 milioni di clienti registrati.

Altre piattaforme sicuramente degne di nota sono l'italiana Addlance, la collaudatissima Freelancer, e poi ancora Guru, Twago, 99designs, Fiverr.

Le diverse figure professionali richieste su queste piattaforme sono più di 3000, quindi è praticamente impossibile non trovarne qualcuna che si adatti al vostro profilo professionale o alle vostre qualità.

-Come scegliere la piattaforma giusta? Ecco qualche consiglio.

Prima di tutto non iscrivetevi a tutte le piattaforme in una volta sola, ma scegliete quella che sembra adattarsi di più al vostro profilo e provatela per un po' con un account gratuito per capirne il funzionamento e se vi trovate bene. Dedicatele almeno qualche settimana per verificare se arrivano clienti e risultati, altrimenti provatene un'altra in successione.

-Come presentarsi su una piattaforma?

Prima di tutto dovete decidere il vostro profilo professionale.

Presentarsi come tuttologi non paga e sarebbe opportuno focalizzarsi su poche aree limitrofe tra loro, come per esempio il blogging e il copywriting, o il web design e il graphic design. 

Per decidere bene il profilo adatto a voi date un'occhiata ai profili dei professionisti già esistenti, oppure create un profilo di prova e navigate tra i lavori offerti per le diverse competenze.

Quello che dovete chiedervi è:

1. qual è la dimensione media (economica e di impegno) dei lavori richiesti in un particolare settore?

2. qual è il costo orario o giornaliero medio delle attività per particolari skill e livelli di esperienza?

3. quanti sono i lavori offerti e i professionisti presenti su una particolare area, per esempio la traduzione dall'inglese all'italiano?

Scoprirete che per figure poco specializzate ci sono moltissime richieste ma anche tanti freelancer, e alla certezza di avere sempre abbondanza di lavoro si contrappone la necessità di tariffe orarie medie molto basse.

La cosa che conviene di più e specializzarsi su un settore di nicchia, dove le offerte possono essere più rare ma le tariffe decisamente più convenienti.

Tenete presente che all'inizio vale la pena collezionare recensioni positive di clienti per aumentare la vostra visibilità e la vostra appetibilità sulla piattaforma, quindi potrebbe convenirvi svolgere due o tre lavori a tariffe più basse per curare la vostra reputazione e incrementare rapidamente la vostra popolarità come freelancer.

-Cosa serve per iscriversi?

Iscriversi è semplice, quasi tutte le piattaforme danno la possibilità di creare account base gratuiti, che hanno limiti di quantità di lavori che possono essere svolti in un mese. 

Per iscriversi è necessaria una foto recente, una piccola presentazione del proprio profilo, un curriculum con la descrizione degli studi svolti e delle esperienze significative e spesso un account Paypal dove ricevere i pagamenti.

Un grosso aiuto è la conoscenza della lingua inglese, che è un vero e proprio passaporto che vi permetterà di interagire e lavorare con clienti da tutto il mondo.

-A cosa devo stare attento?

Concludiamo questa recensione con qualche avvertimento, perché non è tutto oro quello che luccica nel mondo delle piattaforme di freelancing.

Considerate che alcune piattaforme possono chiedere fino al 20% di commissione su progetti di piccole dimensioni, oggettivamente una cifra alta. Tenete presente però che molti clienti trovati sulle piattaforme potrebbero affezionarsi a voi e contattarvi in maniera diretta dopo il primo lavoro.

Un altro aspetto da considerare sono i clienti scorretti, che non pagano adducendo delle scuse. Sotto questo aspetto però il mondo online è forse migliore di quello reale, perché anche i clienti hanno i feedback degli utenti e un cliente con molti attestati di affidabilità sarà sicuramente un buon pagatore, mentre i clienti scorretti vengono rapidamente segnalati ed espulsi.

Termina qui la nostra panoramica sul lavoro al tempo delle piattaforme di freelancing, speriamo che i nostri consigli siano stati utili e restiamo a disposizione per ulteriori chiarimenti all'indirizzo jobs@accademiadomani.it.

 

Continua a leggere
  10827 Visite
  0 Commenti
10827 Visite
0 Commenti
  • Accademia Domani certificata ISO 9001
  • 18app Bonus Cultura 2001
  • Emagister Cum Laude 2019
  • Assocral
  • Contabildata
  • NursingUp
  • Autodesk
  • Groupon
  • Iprogrammatori
  • Bitq
  • Edenred
  • Up Day
  • ASI Nazionale
  • Lazio Youth Card
  • Jooble
    Logo certificazione ISO 9001          European Association for Distance Learning               Centro Cum Laude di Emagister 2020                   
     18app Bonus Cultura 2001            Lazio Youth Card                                           

    Cookie

    Il sito usa cookie tecnici e consente l'installazione di cookie di profilazione di terze parti per proporti messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate. Cliccando o scorrendo la pagina sottostante autorizzi l’uso dei cookie. Per info sui cookie utilizzati, su come disattivarli o negare il consenso, leggi l’informativa completa.